Soldier’s guide to Sicily, la guida per gli alleati

downloadSono passati settant’anni e poco più da quando gli alleati, tra il 9 e il 10 luglio 1943, sbarcarono in Sicilia, per fare ripartire dall’Isola più a Sud dell’Italia, la riconquista del resto dello Stivale per liberarlo dal dominio del fascismo e del nazismo. Oggi vi raccontiamo che, i soldati americani e quelli inglesi, nel loro zaino, durante la Seconda Guerra Mondiale, avevano anche delle guide che li informavano su quanto avrebbero trovato sul territorio siciliano e quali fossero le caratteristiche delle popolazioni con le quali si sarebbero dovuti interfacciare.

Le guide, che non erano altro che dei piccoli quaderni, erano intitolare Soldier’s guide to Sicily, ed erano state assemblate da Jim Taylor, che in Italia era arrivato dopo avere preso parte alla campagna che lo aveva portato a combattere nel deserto del Nord Africa.

La prefazione venne scritta dal generale Dwight D. Eisenhower, dell’esercito americano e comandante in capo di tutta l’operazione.

Si tratta dunque di uno spaccato interessante, per capire come, a quell’epoca gli stranieri si rapportassero con il nostro popolo.

Ecco un esempio, in inglese naturalmente, le guide si possono comprare in originale su Ebay:

We are about to engage in the second phase of the operations which began with the invasion of North Africa.

We have defeated the enemies’ forces on the South shore of the Mediterranean and captured his army intact.

The French in North Africa, for whom the yoke of Axis domination has been lifted, are now our loyal allies.

However this is NOT enough. Our untiring pressure on the enemy must be maintained, and as this book falls into your hands we are about to pursue the invasion and occupation of enemy territory.

The successful conclusion of these operations will NOT only strike closer to the heart of the Axis, but also will remove the last threat to the free sea lanes of the Mediterranean.

Remember that this time it is indeed enemy territory which we are attacking, and as such we must expect extremely difficult fighting.

But we have to work smoothly alongside one another as a team, and many of you who will be in the first ranks of this force know full well the power of our Allied air and naval forces and the real meaning of air and naval superiority.

The taks is difficult but your skill, courage and devotion to duty will be successful in driving our enemies closer to disaster and leading us towards victory and the liberation of Europe and Asia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...