Royal Mews, le scuderie reali inglesi

Oggi vi portiamo a Londra per parlarvi delle Royal Mews.

Per chi non sapesse di cosa si tratta le Royal Mews sono un insieme di stabili, adibiti a scuderie e garage, che ospitano le carrozze e le automobili di rappresentanza della famiglia reale britannica.

Costruite su progetto del famoso architetto John Nash e completate nel 1825, sono un posto unico sin da quando negli anni sessanta del 1700 Giorgio III vi trasferì i suoi cavalli e carrozze di uso quotidiano.
Inizialmente gli stabili si trovavano a Charing Cross, nello Strand, e andavano sotto il nome di “King’s Mews”. Qui, sin dal 1377, venivano tenuti i falchi reali. Ecco spiegato il perché il nome “Mews”, (da “mew”, in italiano “rinchiuso in gabbia”).

Intorno al 1760, Giorgio III acquistò il terreno di Buckingham Palace trasferendovi le sue carrozze e i suoi cavalli, per essere utilizzato da parte di sua moglie, ma la sede principale delle carrozze di rappresentanza rimase a King’s Mews. Tuttavia, quando suo figlio Giorgio IV convertì Buckingham Palace nella residenza principale dei sovrani del Regno Unito, negli anni 1820, l’intero apparato venne trasferito. Le antiche Mews di Charing Cross vennero demolite e al loro posto realizzata Trafalgar Square.

Oggi le Royal Mews si trovano nel giardino di Buckingham Palace, a sud di Buckingham Palace Gardens, ed è possibile visitarle perché sono aperte al pubblico durante tutto l’anno.

Rispetto al passato nelle scuderie reali inglesi i visitatori hanno la possibilità di ammirare un’infinità di veicoli su strada usati dalla Regina e dagli altri membri della famiglia Windsor durante gli impegni ufficiali come i matrimoni reali, le visite di stato, le incoronazioni, l’apertura del parlamento.

Le Royal Mews ospitano tutti i moderni mezzi di trasporto e le auto di rappresentanza della monarchia. Vicino vengono accuditi circa trenta cavalli mentre cocchieri, stallieri e autisti vivono negli edifici del complesso.
Tra i vari mezzi reali è possibile ammirare la famosa Gold State Coach, la carrozza d’oro usata l’ultima volta nel 2002 in occasione dei cinquant’anni di sovranità della Regina. Il mezzo portò Elisabetta II e il Principe Filippo alla messa di Ringraziamento nella cattedrale di St Paul.

Impossibile non citare poi la Charabanc, l’omaggio fatto da Luigi Filippo di Francia alla Regina Vittoria.
Per quanto riguarda le automobili il repertorio è vasto. La maggior parte sono ancora in uso, ed alcune (per esempio, le Broughams) vengono usate tutti i giorni, mentre altre vengono utilizzate raramente in occasione delle cerimonie di stato.

Si va da due Bentley State Limousine (date alla regina nel 2002 in occasione del giubileo d’oro di Elisabetta II) ad una rara Phantom IV del 1950 con carrozzeria di H. J. Mulliner & Co., primo esemplare costruito.
Le vetture, sia quelle ad uso ufficiale che semi-ufficiale, sono tutte dipinte in bordeaux e nero, diversamente da quelle ad uso privato.

Il nostro viaggio alla scoperta delle Royal Mews termina qui, a chi volesse ammirare di persona le scuderie reali inglesi, ritenute tra le più belle al mondo, non ci resta che consigliare di farlo al più presto: lo spettacolo è assicurato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...